Autore Topic: Challenger e Chausson bistrattati  (Letto 133 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ValterLC8

  • ...
  • Post: 14
Challenger e Chausson bistrattati
« il: 25 Settembre 2019 22:46:56 »
Come mai tutte le volte che qualcuno chiede consigli per l'acquisto di un Challenger/Chausson la risposta è sempre la stessa?

Camper entry level o poco più, qualità medio bassa ...

Specialmente sugli acquisti dei nuovi il consiglio è sempre quello che con lo stesso budget si compra camper di maggiore qualità di 1 o 2 anni e via a citare le solite marche blasonate.

Io qunado lo acquistai (nuovo) me ne ero innamorato e lo sono tuttora. La componentistica e gli accessori sono gli stessi degli altri. Ha configurazioni geniali che altri non hanno (il mio x esempio è unico : 396).

Per ora lo trovo splendido e i pochi difetti riscontrati sono banalità risolte velocemente. Su strade lisce praticamente non si sente rumore, su strade dissestate sfido chiunque ad essere silenzioso se non con gomme sgonfie.

Certo non è una villa con piscina, è un camper.

Forse non faccio testo perchè è il mio primo camper e non ho esperienza con altre marche, forse i difetti verranno più avanti con il tempo, forse ...

Per ora ne sono pienamente soddisfatto e contento e quando leggo certi commenti mi girano un po' perchè mi sembrano giudizi preconcetti.

Certo non è questo il luogo più consono per avere un commento oggettivo, ma visto che molti di voi posseggono altre marchi, magari qualcosa viene fuori.

Senza polemiche  ciao1

Offline Beobeo

  • (ir)Responsabile forum
  • webAdmin
  • ...
  • *
  • Post: 2.024
  • il mio camper: Challenger 162 - MEDELB
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #1 il: 26 Settembre 2019 11:32:29 »

... ma visto che molti di voi posseggono altre marchi, magari qualcosa viene fuori.

Hai detto bene. Molti dei soci, e scrivo soci perchè bene o male ci conosciamo quasi tutti personalmente, hanno cambiato camper negli anni, com'è naturale che sia (tranne per me che ho il mio 162 che probabilmente terrò finchè non si disintegra  :wqw: ) e molti di loro hanno avuto con i camper nuovi di marchi come dici tu blasonati problemi tali da ricambiare dopo meno di un anno... e parliamo di mezzi da 60.000 a salire  :-O ... abbiamo visto addirittura, giusto per fare un esempio, mansarde di monoscocca deformate (ARCA di Subsea).

Bisogna inoltre dire che l'offerta delle fascie "medie", con la globalizzazione dei grandi gruppi produttori si è praticamente livellata facendo sparire i camper c.d. entry level.

Anch'io trovo le soluzioni Challenger/Chausson avanti a livello di intuizione e innovazione e in particolare il 396, come già scrissi nel post dedicato, ha una pianta fra le più pratiche dell'intera offerta. Qualcosa di simile a dire il vero lo fece Kentucky con un mezzo su Iveco, il Royal DB,  con due matrimoniali basculanti e due dinette con 10 posti a sedere in stile roulotte. (https://www.camperonline.it/listino/Kentucky-Camp/Royal/Royal-DB_1950&anno=2014)

 ciao1
« Ultima modifica: 26 Settembre 2019 11:42:20 da Beobeo »

Offline Paol62

  • ...
  • Post: 260
  • il mio camper: Challenger Sirius 2090
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #2 il: 26 Settembre 2019 18:26:26 »
Lo sai che questo è un discorso infinito vero !!??  Bene. Io ho avuto 3 marchi diversi di camper fino ad ora: Rimor, Giotti e Challenger. Quest'ultimo, in realtà, pur marcato Challenger, è un Autostar con gli arredi della Challenger.

Il Rimor era un entry level un po' impreziosito in quanto si trattava del Superbrig. Io non mi sono trovato per niente male, certo, dalla cabina entrava abbastanza freddo perché non avevano in nessun modo protetto alcune parti metalliche, ma mi è bastato sollevare un profilo in plastica che ricopriva la giunzione, mettere un paio di strati di tessuto "7strati" (quello grigio isolante) e riposizionare il profilo per eliminare una lama fredda che si sentiva molto bene. Altre piccole modifiche soprattutto ai portelloni del gavone posteriore per evitare il freddo eccessivo nel castello inferiore trasversale. Ci ho fatto 8 anni con temperature dai -25 delle dolomiti ai + 40 della Corsica e senza mai patire.
Ho avuto alcuni problemi: 1 - acqua nel vano motore (Ford) sistemato, in fai da me, con una risigillatura della grondina sotto i tergicristalli, un cupolino posteriore in plastica fessurato, sistemato da Rimor dopo 4 anni gratuitamente, la deformazione del piatto doccia dovuta alla dimenticanza di una protezione termica tra il tubo di riscaldamento ed il piatto doccia stesso, sostituito da Rimor dopo oltre 2 anni (quindi fuori garanzia) ma senza farmi pagare nulla, e un foro sul tetto provocato, in fase di montaggio dall'eccessivo approfondimento della vite che aveva, quindi, oltrepassato tutto lo spessore del tetto. Il foro era minuscolo, in realtà non c'era stata una vera e propria foratura, ma solo una deformazione del foglio di alluminio/vetroresina posato sul tetto. Anche quest'ultimo sistemato in garanzia sempre direttamente da Rimor. Non mi si è mai gelato un tubo dell'acqua, mai avuto un malfunzionamento all'impianto elettrico, mai avuto un problema che mi abbia costretto ad interrompere le vacanze. Scricchiolava un po', un po' tanto, ma era comunque sopportabile (ed io ho l'orecchio allenato per gli scricchiolii perchè li sento su tutte le auto, anche sull'attuale BMW che proprio un entry level non è.

Di seguito ho avuto un Giotti Graal che invece era classificato di alta gamma . Qui scricchiolii non ne avevo quasi  e qualche ponte termico tra cellula e cabina ho comunque dovuto sistemarlo. Lo presi usato e lo tenni solamente 2 anni. La casa madre era già, più o meno, fallita o comunque in chiusura per cui quando chiesi i ricambi la risposta fu "nient" . Il camper necessitava regolarmente di sistemazione degli sportelli e delle ante dei mobili perchè ogni 3-4 settimane cedevano. Il sistema di allestimento delle dinette era estremamente più macchinoso di quello presente sul Rimor, l'isolamento doveva essere eccellente, ma a Monteriggioni, a -9° mi si gelò un tubo dell'acqua e rimasi senza in bagno. Poi scoprii il punto in cui il tubo toccava la parete e ci lavorai su per portare calore in quel punto. Il proprietario precedente mi disse che bastava tenere aperti i cassetti della cucina... Nel frattempo noleggiai un Carthago della serie Compactline, l'unica serie di quel marchio che rientra nei pesi. L'armadio era minuscolo, più di 3 appendiabiti non ci stavano, il bagno era "indegno " di esser così definito. c'era uno scalino proprio davanti al WC e si finiva con il sedersi tenendo una gamba sullo scalino e l'altra sotto. Per chi non ha mai provato... una scomodità unica. La doccia era un tubo trasparente, senza alcun portasapone o portabottiglie per cui, una volta dentro in doccia o ci si teneva questi oggetti in mano ( e qui mi viene da ridere) o li si poggiava a terra ma poi era difficile, viste le ridotte dimensioni della doccia, piegarsi per raccoglierli. Non si poteva neanche pensare di montare successivamente il portasapone, perchè le ante, per aprirsi, scorrevano una sull'altra impedendo di interporre qualsiasi cosa. Inoltre qualsiasi sporgenza limitava ulteriormente la possibilità di muoversi.  Scricchiolii pochi, ma non assenti, in particolare dal basculante. Sicuramente mobilio di qualità superiore, e diffusione del calore eccellente. Praticamente si sentiva la stufa ventilare, non si sentivano i soffi d'aria, ma in pochi minuti l'ambiente si scaldava molto bene. Mi spiegarono che l'aria veniva fatta circolare dietro i mobili e così il calore si diffonde senza investire gli occupanti. Plastiche di qualità superiore rispetto a Rimor ed a Challenger.
Quindi ottimo mezzo per alcuni aspetti, ma pessimo per altri.
Da ultimo l'attuale Challenger da me acquistato principalmente per il layout. Ha lo spazio dove serve. Noi ormai giriamo sempre in 2 e rarissimamente in 3 o 4 quindi abbiamo scelto un mezzo adatto alla coppia. L'armadio è enorme, il bagno anche. C'è un lavandino assurdo, ma sto provvedendo e comunque sistemare un lavandino è decisamente più facile che sistemare una doccia. Gavone posteriore sufficiente ad ospitare 2 biciclette. Il living è fantastico per la pennichella non serve usare il letto, ci si può comodamente distendere sui divani che sono lunghi 140-150 cm. Se si vogliono ospitare amici si sta in 6-7 senza stringersi. La cucina ha spazio in abbondanza.   Insomma il layout è assolutamente funzionale. Ingenuità ce ne sono anche su questo, in testa la dimensione e la forma/posizione del lavandino, il vetro scorrevole della cabina lato passeggero, le luci touch che, regolarmente, non funzionano (sostituite con plafoniere con interruttore classico), manca la maniglia sul cassettone della cucina. Insomma nessuno è esente da difetti. La qualità della mobilia è decisamente inferiore a quella del Carthago, ma allineata a quella di Rimor e superiore a quella del Giotti.
Io penso che dia più soddisfazione nell'uso un layout intelligente anche se realizzato con materiali un po' inferiori rispetto a layout assurdi pur se realizzati con materiali di altissimo pregio.

Challenger/Chausson erano prodotti "base" ora direi che vanno almeno a metà classifica, ma offrono una fruibilità che non si riscontra in nessun altro mezzo. Io prima di prendere l'ultimo ne ho guardati proprio tanti e non ho trovato nulla di altrettanto funzionale. All'ultima fiera di Parma ho visto un Pilote che ha un layout simile al mio, mentre alla scorsa edizione erano usciti anche Laika (con l'Ecovip 680) e Itineo con un 650 che però è privo di garage. Dethleffs non ha più ripresentato il suo motorhome né il suo semintegrale con la stessa disposizione e Laika lo ha tolto dal listino appena 1 anno dopo averlo presentato. I concessionari non ci credono e non sanno proporlo ai clienti. Hanno tutti in bocca questa frase "Letti pronti" che non riescono a togliersi di mente. Come se approntare un basculante richiedesse più di 30 secondi !!  Devo anche dire che Laika, sicuramente ottimo mezzo, ha una vivibilità apparentemente molto limitata, vuoi per la dimensione dei mobili, che finisce con il sottrarre spazio vivibile, vuoi per la "cicciosità" degli imbottiti, sicuramente comodi, ma estremamente invadenti. Lo stesso vale per Arca.
Aggiungo che un amico, il quale si "barcamenava" da 2 anni per cambiare il suo vecchio ma ottimo Arca mansardato, dopo aver visto e rivisto Carthago Compactline ed Arca Europa, Hymer e Laika, non riusciva a decidersi,  la prima volta che è uscito con me ed ha visto/usato il mio per la cena, entro 3 giorni è andato in concessionaria ad ordinare il corrispondente semintegrale (610 Chausson).

Per concludere questo lungo "pippone", assolutamente d'accordo con te, Challenger "uber alles" per funzionalità e razionalità, se migliorassero un po' la disponibilità dei ricambi minuti, il contatto con casa madre e alcuni dettagli, sarebbero il massimo

   





[/font][/font]
« Ultima modifica: 26 Settembre 2019 18:38:18 da Paol62 »
Perchè no ?

Offline Beobeo

  • (ir)Responsabile forum
  • webAdmin
  • ...
  • *
  • Post: 2.024
  • il mio camper: Challenger 162 - MEDELB
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #3 il: 26 Settembre 2019 19:39:17 »
...
Per concludere questo lungo "pippone"
....

 :applauso: è un piacere leggere post così dettagliati

anche se ho preso un giorno di ferie  :SSS ahahah

Offline Sandwhisper

  • ...
  • Post: 22
    • Sussurro della sabbia
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #4 il: 26 Settembre 2019 20:05:25 »
Premesso che ho acquistato Challenger 270:perché é l’unico camper sul mercato ad avere la piantina che ho scelto e questo già chiuderebbe il discorso.

Per definire il livello qualitativo di un camper secondo me, e sfido chiunque a dimostrarmi il contrario, bisogna valutare, la nuda cellula come é costruita e i componenti che l’arredano o che la rendono funzionale.

La cellula ha tetto e pavimento tra i più spessi, robusti e isolanti del mercato.
Il tetto non solo é perdonabile, ma ci hanno appoggiato sopra una vettura
L’isolamento é tra i pochi certificati
Le giunzioni tetto e pareti sono incollate con profili di protezione senza interruzione trasversali
Le giunzioni pareti pavimento sono tra le poche ad avere un sistema che interrompe la caduta acqua che non ristagna sotto il pavimento
Le finestre sono le migliori in assoluto sul mercato
Frigorifero Thetford di alta gamma
Stufa Ebespaker ultimo modello top di gamma
Boiler Truma di alta gamma
Cassetta WC Thetford top di gamma
Impianto idrico all’avanguardia
Porta di accesso 60 cm
Illuminazione ful led con punti luce nei profili dei mobili.
Ingresso con gradino interno, coinbentato

Aggiungiamo che Triganó è il più grande costruttore di camper in Europa
Posso assicurarvi che i camper come Himmer, non hanno tutte queste caratteristiche.

Cosa manca a Challenger?

Doppio pavimento, anche se qualcuno non è contento del telaio Alko perché dicono che il confort é scarso a causa della rigidità
Il serbatoio acque grigie non é protetto dal gelo, ma la coinbentazione è il riscaldamento del serbatoio esiste come optional.

Io dico che oggi Challenger si colloca tra i camper di fascia medio alta, anche perché il 270 con tutti gli optional senza pannelli o accessori di listino supera i 70.000 €



Offline Paol62

  • ...
  • Post: 260
  • il mio camper: Challenger Sirius 2090
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #5 il: 27 Settembre 2019 00:25:06 »
Giusto per, come dire, stare dalla parte della ragione. I ns. camper sono sicuramente ben accessoriati, ma va ricordato che la componentistica, pur di buona qualità non è sempre "Top di Gamma". Intendo dire ad esempio, che le finestre sono si Seitz, che nella maggior parte dei casi vengono considerate migliori delle Polyplastic, ma sono le S4. Seitz/Dometic produce anche la finestra S5 che è più costosa e più performante sia del punto di vista della solidità che, in particolare, dell'isolamento termoacustico dell'oscurante.

La toiliette è si Thetford, quindi marchio primario, ma la stessa azienda produce alcuni modelli con tazza in ceramica (mi pare sia la 263 o la 264 ) ed altri con sistema passante e cassetta più capiente le C400 comunque più costose al di là che si possa o meno apprezzarne la differenza.
Per esempio,  avere la stufa ed il boiler staccati non è proprio un vero vantaggio, ma mi pare che ultimamente venga montata la combi un po' dappertutto. Il vantaggio di scaldare l'acqua intanto che si scalda l'ambiente è un vantaggio di una certa rilevanza.
Anche il frigo è di buon livello, ma non è il top di Thetford. Il mio monta il 3150 senza cornice, Thetford un paio di modelli più capienti e rifiniti li produce.
Quindi tutto giusto quello che scrivi, ma per precisione e per non sembrare troppo campanilisti come ognuno di noi fa con le proprie cose, è giusto sapere che su modelli più blasonati, magari trovi la finestra più bella e valida, il frigo più capace e la toilette in ceramica che fa tanto "casina" ! :mb135:
Perchè no ?

Offline Sandwhisper

  • ...
  • Post: 22
    • Sussurro della sabbia
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #6 il: 27 Settembre 2019 07:57:10 »
Credo a proposito delle combi che si usi più volte nell'anno il boiler senza stufa che entrambi
Tornando al mio post, non dico che Challenger sia il miglior camper sul mercato, ci mancherebbe, ma le definizioni Entry level, economico, fanno parte del passato

Offline Paol62

  • ...
  • Post: 260
  • il mio camper: Challenger Sirius 2090
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #7 il: 27 Settembre 2019 13:56:22 »
Credo a proposito delle combi che si usi più volte nell'anno il boiler senza stufa che entrambi
Tornando al mio post, non dico che Challenger sia il miglior camper sul mercato, ci mancherebbe, ma le definizioni Entry level, economico, fanno parte del passato

A prescindere da quante volte utilizzi stufa o boiler resta il fatto che quando vuoi il solo boiler usi la combi come boiler e quando vuoi usare la stufa ottieni, a costo zero, anche l'acqua calda !

Sul fatto che i Challenger non siano più entry level, concordo in assoluto, e devo anche aggiungere che a me questo concetto di Entry-level non ha mai convinto perché dice veramente poco, per non dire "nulla". E' un modo come un altro che alcuni possessori dei mezzi costosi utilizzano per giustificare il fatto di aver speso il doppio di noi per andare in giro in camper...
Perchè no ?

Offline Sandwhisper

  • ...
  • Post: 22
    • Sussurro della sabbia
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #8 il: 27 Settembre 2019 17:19:06 »
Paolo 62, io con la super visione di Beobeo praticamente abbiamo scritto oltre l’ 80% dei post da agosto a oggi.... :wwp: :wwp:

Offline ValterLC8

  • ...
  • Post: 14
Re:Challenger e Chausson bistrattati
« Risposta #9 il: 28 Settembre 2019 18:56:31 »
Mi pare che confermiate l'impressione e l'orientamento della mia scelta in fase di acquisto
Disposizioni innovative
Rapporto costo/benefici tra i migliori
Allestimento di serie valido

Poi ritengo che anche la rete vendita sia molto importante. Per fortuna ho trovato un concessionario con cui ho instaurato un rapporto positivo di fiducia.

Sicuramente marchi con cifre di ingresso più elevate, qualcosa in più devono averlo, anche se penso che in molti casi l'obolo del brand non sia giustificato o almeno per me che guardo molto più alla sostanza che all'immagine.

 ciao1

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10